Homepage

Se sei finito su questo sito è perché stai cercando di capire se vale davvero la pena acquistare una scopa elettrica e quale acquistare, data la vastità di prodotti presenti sul mercato. Al termine della lettura di questa pagina ti assicuro che avrai le idee molto chiare su quale prodotto scegliere, tutto quello di cui ho bisogno sono solo 5 minuti del tuo tempo!

Scopa Elettrica


Cominciamo dicendo che le scope elettriche vengono suddivise e categorizzate attraverso i tre seguenti parametri:

  • Tipo di alimentazione: le scope elettriche possono essere alimentate o a batteria o a muro, con la classica spina;
  • Tipo di contenitore e capacità: possono esserci scope elettriche a sacco e a contenitore, la capienza (espressa in litri) equivale al volume di un liquido che possiamo inserire all’interno del contenitore stesso;
  • Potenza: è un parametro molto importante dato che da esso dipenderà il consumo di corrente nella tua abitazione. Essa di solito viene espressa in Volt per le scope elettriche a batteria, in Watt per quelle collegate alle prese di corrente.



Cominciamo a valutare insieme le varie opzioni disponibili.

SCOPE ELETTRICHE CON ALIMENTAZIONE A MURO O A BATTERIA?

La scelta in questo caso è puramente personale. Essa dipende infatti dalla disponibilità economica e dal budget, questo perché le scope elettriche a batteria tendono ad avere un costo più alto di quelle alimentate a muro.

Scopa Elettrica

La scelta dipende anche dallo spazio disponibile: non tutti nella propria abitazione possono permettersi di collegare una scopa elettrica al muro e pretendere di pulire tutta la casa senza cambiare nemmeno una volta la presa elettrica. In quel caso risulta essere molto più comoda una scopa elettrica a batteria. Un vantaggio a favore delle scope elettriche alimentate a muro è che la potenza di aspirazione rimarrà costante nel tempo, mentre in quelle a batteria, così come tutti gli altri dispositivi funzionanti tramite batterie ricaricabili (telefoni cellulari, fotocamere, ecc), attraverso i continui processi di scarica e ricarica, col passare del tempo potrebbe verificarsi una progressiva perdita di potenza aspirante e in alcuni casi più sfortunati, potrebbe addirittura essere necessario sostituire la batteria, che molto spesso è decisamente difficile da trovare e anche molto costosa (quasi più della scopa elettrica stessa!!) , senza contare che nel caso di molti prodotti, l’autonomia non è elevatissima, e quindi si corre il rischio di non riuscire a pulire tutta la casa con una carica.

SCOPE ELETTRICHE CON SACCO O SENZA SACCO?

Cominciamo descrivendo le due categorie:

Le scope elettriche con il sacco sono state quelle di uso più comune negli scorsi 10 anni. Il metodo di funzionamento è il seguente, la polvere e la sporcizia vengono aspirate dal tubo, vengono filtrate per poi finire all’interno di un sacchetto di carta o plastica,Scopa Elettrica

che dopo un certo periodo di tempo si riempie e deve essere sostituito, portando così a dei costi abbastanza importanti se valutati su un intervallo di tempo più lungo.

Per questo motivo negli ultimi anni nel mercato delle scope elettriche e degli aspirapolvere, si tende ad investire su prodotti senza sacco, in cui la polvere viene accumulata all’interno di contenitori (di varie capacità) che appena si riempiono possono essere tranquillamente svuotati, senza affrontare delle spese aggiuntive.

Le scope elettriche senza il sacco, hanno sicuramente un costo maggiore, ma si ripagheranno da sole nel tempo.

QUANTA POTENZA E’ NECESSARIA IN UNA SCOPA ELETTRICA?

Un altro parametro molto importante per la scelta della scopa elettrica da acquistare è la sua potenza in Watt. Tuttavia, nelle schede delle caratteristiche dei prodotti, la potenza è espressa in Watt soltanto per le scope alimentate a muro, viene invece utilizzato il Volt per quelle alimentate a batteria. Qual è la differenza?

Questo é un concetto prettamente scientifico, I Watt sono il risultato del prodotto matematico tra i Volt (differenza di potenziale) e gli Ampere (intensità di corrente). Tuttavia, se ragioniamo in base a tutto quello che abbiamo espresso nei punti precedenti, capiamo quanto non ci sia effettivamente bisogno di sapere questa informazione per le scope elettriche alimentate a batteria. Supponiamo di avere due scope elettriche: una a 12V e una a 20V. Secondo la formula precedentemente espressa, comprendiamo ad intuito che, a parità di corrente,  la scopa elettrica da 12V sarà la meno potente. Tuttavia, non ha senso ricorrere solo all’ utilizzo di questo parametro, dato che ad esempio la scopa elettrica da 12V  potrebbe avere un filtro molto sporco che ne compromette il corretto funzionamento. Inoltre, si presuppone che se un persona acquisti una scopa elettrica a batteria, la utilizzi di meno e in spazi più stretti di qualcuno che invece usufruisce di un prodotto alimentato dalla presa.

Riassumiamo tutti i concetti precedentemente espressi nella seguente tabella:

Tipo di scopa elettrica Vantaggi Svantaggi
Alimentata a muro Maggiore potenza aspiratrice Maggiore ingombro
Alimentata a batteria Minore ingombro, maggiore praticità Durata della batteria non elevatissima, potenza aspirante che diminuisce nel tempo
Con sacco Più economiche nella spesa iniziale Doversi dotare continuamente di sacchetti
Senza sacco Maggiore praticità di utilizzo e ammortizzazione delle spese nel corso del tempo Spesa iniziale maggiore

COME FARE MANUTENZIONE DI SCOPE ELETTRICHE

La manutenzione di scope elettriche si compone di diversi punti:

  • Gestione di cavi e batterie;
  • Pulizia di filtri;
  • Pulizia e cura degli accessori.

Gestione dei cavi e batterie

Nelle scope elettriche alimentate a muro, è molto importante assicurarsi che il cavo sia completamente sciolto durante l’utilizzo e che esso non venga storto o attorcigliato in alcun modo, onde evitare danni allo stesso.

Nelle scope elettriche alimentate a batteria, è opportuno assicurarsi di compiere con molta cura la seguente operazione: evitare l’effetto memoria!

L’effetto memoria è il progressivo calo della durata della batteria, causato da processi di ricarica non terminati completamente. Come si fa ad evitare? Molto semplice, innanzitutto assicurarsi che le batterie siano completamente scariche, poi al momento della ricarica della batteria, assicurarsi che questa sia completamente carica, e soprattutto cercare di non lasciare la scopa elettrica a caricare per troppo più tempo del necessario (solitamente 12 ore massimo).

Pulizia dei filtri

Questa è un’operazione estremamente importante, dato che da un filtro poco pulito, deriva la perdita di prestazioni aspiranti dell’aspirapolvere. Come si pulisce il filtro? Nella maggior parte delle scope elettriche il filtro è facilmente estraibile e lavabile sotto l’acqua, avendo l’accortezza di non danneggiare alcuna parte dello stesso, tuttavia in alcuni modelli un po’ più obsoleti, i filtri non sono lavabili e vanno ogni volta sostituiti.

Un ultimo accorgimento é quello di assicurarsi che il filtro sia completamente asciutto, dato che un filtro lasciato bagnato porta dei cattivi odori dovuti all’umidità.

Pulizia e cura del contenitore e degli accessori

E’ buona norma pulire (sotto l’acqua corrente) il contenitore della scopa elettrica, nel quale si potrebbe depositare un po’ di polvere che in alcuni casi potrebbe alterare la potenza di aspirazione e, ovviamente, diminuire la capacità complessiva del contenitore. Il discorso è il medesimo per gli accessori, che potrebbero essere colmi di residui e sporcizia, e che a lungo andare potrebbero compromettere le prestazioni del nostro elettrodomestico.

RIASSUMENDO

  • Scaricare completamente le batterie prima di ogni ricarica, e ricaricare completamente la scopa;
  • Rivolgere molta attenzione al cavo di alimentazione della scopa elettrica;
  • Lavare con media frequenza filtri e contenitori;
  • Sgrassare gli accessori per evitare il deposito dei residui di sporcizia.

NB: le istruzioni su come smontare filtri, sostituirli, ecc sono contenute all’interno dei manuali di istruzioni dei prodotti presenti nelle scatole degli stessi. Se per puro caso non dovessero essere presenti, rivolgersi al centro di assistenza della marca della propria scopa elettrica, solitamente contattabile telefonicamente o via email sul sito della compagnia.

Siamo finalmente arrivati alla fine di questa lunga (e noiosa)  pagina web. Adesso sai tutto quello che c’è da sapere per la scelta di una scopa elettrica, e sono sicuro che farai la scelta migliore per le tue esigenze. Non ti senti ancora sicuro su quale articolo acquistare? Non c’è alcun problema, di seguito puoi trovare una serie di articoli da me personalmente testati e recensiti, al prezzo più competitivo sul mercato. Non avrai nemmeno bisogno di alzarti dalla sedia e andare a consultare un negozio di elettronica (magari anche poco competente in materia).

NON HAI ANCORA DECISO?

Non allarmarti, qui sotto ci sono le recensioni di ben 5 prodotti (di mia personale approvazione) organizzati per fascia di prezzo. Scegli il prodotto più giusto per te in base al tuo budget e leggine la recensione!

(Se stai visitando il sito da cellulare, ruota il dispositivo per visualizzare il link!)

€49,99-€81,99 Imetec Piuma Recensione QUI
€74,98-€109,85 Rowenta RH7937WE Recensione QUI
€118,99-€169,90 Rowenta RH7955WE Recensione QUI
164,99-245,00 De’Longhi Colombina XLR32LMDW Recensione QUI
€170,00-€250,00 Rowenta RH8872WO Recensione QUI